banner uscire dal silenzio

Sembra un ossimoro: come si può morire prima o mentre si nasce? Morte e nascita, morte e bambini sono infatti parole che non dovrebbero trovar alloggio sulla stessa riga, possibilmente neppure nella stessa pagina. Eppure la morte in utero non è una bestemmia semantica, ma un evento possibile. Arriva dove è stata la vita, altrimenti non ci sarebbe spazio per lei. Quando si interrompe una gravidanza cercata e desiderata si interrompe un progetto di maternità e paternità nascente (“è come perdere un pezzo di futuro”) ed il dolore per la perdita non è proporzionale all’epoca di gravidanza, ma all’intensità dell’investimento.La perdita di un figlio durante la gravidanza o subito dopo il parto è un evento che non è possibile definire “raro” o irrilevante dal punto di vista statistico; in Italia l’incidenza di morte intrauterina è di 3,5 su 1000 bambini nati vivi, per un totale di circa 2000 casi. Le perdite della prima metà della gravidanza sono invece quasi 200.000 (incluse quelle per interruzione terapeutica di gravidanza). 

Il Melograno – Centro Informazione Maternità e Nascita è un’associazione di promozione sociale senza scopo di lucro, che opera dal 1981 nel campo dell’informazione e dell’assistenza durante la gravidanza, il parto, il puerperio e la prima infanzia creando un luogo in cui migliaia di famiglie hanno condiviso la scelta e il cammino verso il divenire genitori e accogliere i nuovi nati. Con la realizzazione di questo progetto vorremmo offrire l’opportunità di togliere il velo del silenzio che accompagna il lutto, restituendo voce a chi l’ha persa o mai trovata: scegliamo di dar voce al dolore delle donne; di dar voce agli uomini, perché se le donne rimangono con la pancia vuota, gli uomini rimangono a mani vuote; di dare voce ai fratellini e alle sorelline con candore e filosofia, come dice Concita de Gregorio parlando dei bambini. Perché occuparsi del dolore che rimane é una forma di iniziale e preziosa cura.

 Attività previste per l’anno 2017:

-          Un percorso formativo rivolta agli educatori e alle operatrici della nascita che in contesti differenti (scuole dell’infanzia, consultori, tempi famiglia, sedi Melograno) si occupano di adulti e di bambini con esperienze di perdite in gravidanza e nel dopo parto.

5 aprile – Tra nascita e morte: luoghi educativi e lutto perinatale

26 aprile – Con voci di donne: storie di donne e di madri che narrano la perdita. Con voci di uomini: il dolore silenzioso dei padri tra accoglienza, cure e rielaborazione

8 maggio – Il vissuto dei genitori e dei fratelli in ospedale: narrazione di storie dalla voce degli operatori;

17 maggio – Con voce di bambini e bambine: la morte vista dalla parte dei fratelli e delle sorelle. Le domande, la richiesta di aiuto;

31 maggio – Strumenti e prassi per educatori coinvolti in storie di lutto perinatale

gli incontri si terranno dalle 17 alle 20

- incontri di formazione per operatori sanitari (ostetriche, infermiere/i, medici, ginecologi, pediatri, OSS).

21 aprile ; 19 maggio; 6 ottobre; 10 novembre (gli incontri si terranno il venerdì dalle 15 alle 19) :.

 - gruppo di supervisione per operatori sanitari  ogni due mesi a partire dal 12 aprile dalle 17.30 alle 19.00.

- azioni di sostegno per famiglie

◦  attivazione del numero verde (800 76 80 67)

◦  gruppo di sostegno per genitori mensile ogni ultimo lunedì del mese dalle 20.30 alle 22.00

◦  prima consulenza individuale o di coppia con una psicologa specializzata in lutto perinatale .

- giornata di sensibilizzazione rivolta al territorio che si terrà il 15 Ottobre 2017 (BabyLoss Awareness Day).

Tutte le attività vengono svolte nella sede del Melograno di San Zeno in via del Bersagliere 16.

La partecipazione a tutte le attività previste dal progetto è gratuita grazie al sostegno ricevuto dalla Fondazione Just.

 

Il progetto ha ricevuto il patrocinio del Comune di Verona Assessorato ai Servizi Sociali, Famiglia, Pari Opportunità.

 

Per ogni informazione:

Il Melograno, Centro Informazione Maternità e Nascita di Verona

Via del Bersagliere, 16 – Verona              numero verde 800 76 80 67                        cell 339 1264206

e-mail: info@melogranovr.org